Museo del Castello di Andraz

Il Castello di Andraz (Ciastel de Andrac in ladino, Schloss Buchenstein in tedesco) sorge su un grande masso erratico trasportato a valle durante l’ultima glaciazione, in posizione dominante sulla vallata.Fu costruito in un luogo strategico per il controllo delle vie di comunicazione che attraversavano l’area dolomitica, in particolare la strada che dalla cittadina di Agordo raggiungeva la Val Pusteria. Presumibilmente, il sottostante Ru de Ciastel (Rio Castello) costituiva, nello stesso periodo, il confine tra il Patriarcato di Aquileia e la Contea della Pusteria.
Il castello possiede una struttura straordinaria concepita nel XIV sec. in funzione dello sperone roccioso su cui giace. Lo schema distributivo interno è caratterizzato da piani sovrapposti che sfruttano l’inclinazione e la forma del masso, collegati da una sola scalinata centrale.
La sacralità del luogo, la concorrenza di più culture, la bellezza del paesaggio e la straordinaria conservazione dell’ambiente naturale ne fanno uno dei simboli di maggior fascino dell’area alpina orientale: una sintesi di ciò che ha portato al riconoscimento delle Dolomiti quale “Patrimonio dell’Umanità” da parte dell’UNESCO nel 2009.
Si consiglia la visita guidata o con supporto di audioguida (in lingua italiana, inglese, tedesca e francese).

Per maggiori informazioni: www.castellodiandraz.it