Parco Naturale di Paneveggio - Pale di San Martino

Il Parco è stato istituito nel 1967 e ampliato vent’anni dopo nel 1987. Le sue finalità sono la tutela delle caratteristiche naturali e ambientali. E’ tra i torrenti Cismon, Vanoi e Travignolo, nella parte orientale del Trentino, al confine con il Veneto. Il parco comprende le cime dolomitiche UNESCO delle Pale di San Martino, il settore orientale del massiccio del Lagorai (composto da rocce magmatiche, per la maggior parte porfidi), e la splendida Foresta di Paneveggio (un’area di 2.700 ettari, regno di cervi e abeti di risonanza, col cui legno lo stesso Stradivari costruiva i suoi celebri violini). L'ambiente è popolato da tutte le specie tipiche dell'arco alpino e la vegetazione del Parco è costituita per la maggior parte da abeti rossi, abeti bianchi, larici, faggi e pini cembri.
Nel 2015 il Parco ha ottenuto la Carta Europea del Turismo Sostenibile: insieme ad istituzioni pubbliche, soggetti dell'economia locale e associazioni, si è deciso di lavorare insieme su progetti di sviluppo del territorio, nei quali il concetto di sostenibilità è al centro di nuove forme turistiche.

Per ulteriori informazioni: www.parcopan.org

Scopri i Centri Visita del Parco:
Centro Visitatori di Villa Welsperg 
Centro visitatori di Paneveggio 
Centro visitatori di San Martino di Castrozza 
Sentiero etnografico - Ecomuseo del Vanoi